Norme di comportamento ed “eccetto bici” in Tv a Cremona

Il giorno 22/nov/2014, alle ore 16.05, Il presidente Biciclettando FIAB Cremona ha scritto:
Le cose non accadono mai per caso, e le occasioni bisogna cercarsele. Avevo chiesto alle due tv di Cremona di fare un servizio al tg in occasione della Giornata Mondiale del Ricordo, chiamando i rappresentanti di Associazione familiari vittime della strada di Cremona, Comandante della Polstrada ed io, per dare, ognuno, una visione personale del rapporto ACI-ISTAT sull’incidentalità 2013, perchè non volevo che questa notizia non passasse o passasse in secondo piano sepolta dalla Festa del Torrone. Una l’ha fatto in parte, l’altra se ne è dimenticata, ma io non demordo e riscrivo. Mi richiama il giornalista chiedendomi un intervendo sulle piste ciclabili cittadi​ne

​ ​

​​

​e gli rispondo che non parlo più di “piste ciclabili” perchè ci sono altri argomenti da trattare, e gli rifilo una serie di pagine del sito nazionale con in evidenza la lettera della Degani.
Colpito ed affondato. I 3 minuti di un servizio al tg sono diventati 20 in una bella trasmissione; il confronto con la Comandante Deledda è stato ​molto interessante e​ costruttivo e si concretizzerà con collaborazioni importanti nelle scuole e nelle piazze.
Sono arrivato agli studi di Cremona1 (4 km fuori città) dopo una corsa folle in bici, ero in ritardo e faceva veramente freddo, ma tutto questo ha giovato alla causa.
Il mio intervento non merita certo una menzione d’onore, ma quello della Comandante si. A me va solo dato il merito (?) di averlo reso pubblico ed in un momento favorevole.
​Per chi volesse ascoltare il pensiero della nostra Comandante Federica Deledda, ecco il link:
https://www.youtube.com/watch?v=Y9CQu1A0cbI